11/12/2009 | autore © FTAOnline

Quali sono i lavori meno pagati?

 


Quali sono i lavori meno pagati?


Qual è il lavoro meno pagato? Rispondere a questa domanda non è facile né scontato.

Difficile fare una classifica basandosi solo sui dati dei contratti nazionali. Infatti le recenti Biagi-Treu hanno ampliato la portata dei lavori peggio pagati con nuove tipologie di contratto come il job on call e il co.co.pro. fino ad arrivare a introdurre forme contrattuali dai nomi sempre più fantasiosi come quello di “socio collaboratore coordinato non-occasionale parasubordinato.”

La legge insomma rende la vita difficile anche alle classifiche ma stabilisce anche i minimi salariali necessari per approntarle. Tuttavia va ricordato che la retribuzione ha solo come punto di partenza il minimo contrattuale.

A questo vanno  aggiunti gli scatti di anzianità, le varie indennità di contingenza, i premi e le altre varie altre voci di retribuzione (quando previsti).

Una piccola postilla, tra i lavori peggio pagati non figura quello dell’operaio metalmeccanico che parte da una base di 1.039,63 euro lordi al mese per gli operai di terzo livello (cifra che sale a 1.386,17 euro per i quadri).

(continua): 2
0Commento

Attività degli amici